Prestito Senza Busta Paga

Prestito Senza Busta Paga
Quando non si è in grado di offrire a una banca o finanziaria la garanzia di una busta paga, i finanziamenti possono essere a volte concessi lo stesso, ma dietro esibizione di altre garanzie, come l’ipoteca su un immobile di proprietà o la fideiussione.

Richiedere un prestito presume di essere in grado di esibire alcune garanzie alla banca o alla finanziaria a cui ci si rivolge, in mancanza delle quali quasi certamente il credito non viene erogato.

La garanzia principale, la prima ad essere sempre richiesta, nella fase iniziale, è quella della busta paga. L’esibizione della busta paga, infatti, garantisce al creditore che il cliente abbia un reddito da lavoro, da cui attingerà le risorse per effettuare i pagamenti delle rate.

In mancanza di un reddito da lavoro, infatti, non si capirebbe da dove potrebbero provenire le risorse, atte a ripianare il debito contratto.
Da ciò deriva che in mancanza di una busta paga, le probabilità di vedersi concesso un credito si abbassano drasticamente.

Tuttavia, anche in queste situazioni non bisogna disperare. Anzitutto, perché ci sono alcune categorie, che grazie a interventi pubblici, riescono a vedersi erogate somme anche di una certa consistenza (5-6000 euro), pur senza la garanzia di un lavoro.

E’ il caso degli studenti, specie per l’acquisto di materiale o per il finanziamento di spese utili per il proseguimento del percorso di studi. Un’altra categoria che ottiene un credito minimo senza busta paga è quella delle casalinghe, in genere grazie alla firma del congiunto o di un familiare.
In generale, quindi, possiamo affermare che è possibile ottenere un prestito senza busta paga, esibendo garanzie alternative solide.

La prima è quella di un immobile di proprietà (garanzia reale) su cui potrà essere richiesta l’iscrizione di un’ipoteca, a tutela del credito vantato. Un’altra garanzia riguarda la fideiussione, ossia la firma di un soggetto terzo, il quale s’impegna a rispondere in solido dell’eventuale mancato pagamento del debito da parte del soggetto principale.

Non è escluso, specie per somme di un certo livello, che entrambe queste garanzie siano richieste, per ottenere un prestito. Così come, non si esclude, che una banca possa concedere un prestito senza busta paga a un cliente, che abbia intrattenuto già rapporti con l’istituto e sia considerato affidabile (o magari abbia ancora attivo un conto).