Prestito Inpdap

Prestito Inpdap
Il prestito INPDAP è un finanziamento che l’istituto previdenziale eroga in favore dei suoi iscritti, direttamente o tramite convenzioni con società private di credito.

L’Inpdap eroga ai propri iscritti, siano essi dipendenti pubblici in servizio o pensionati della pubblica amministrazione, diversi finanziamenti a condizioni vantaggiose, o direttamente o tramite convenzioni con banche e finanziarie private, che sono tenute a garantire le migliori condizioni di mercato sui prestiti effettuati.

Anche gli altri dipendenti pubblici iscritti a casse previdenziali diverse hanno diritto ad accedere ai prestiti Inpdap. Ovviamente, l’istituto pone limiti, che derivano dalle disponibilità del Fondo della Gestione autonoma delle prestazioni creditizie e assistenziali.

I prestiti erogati dall’Inpdap sono quasi tutti personali, ossia non devono essere motivati, in fase di richiesta.
Tra di essi, spiccano per importanza e diffusione i piccoli prestiti, i prestiti pluriennali diretti e i prestiti pluriennali garantiti.

I piccoli prestiti sono finanziamenti che l’Inpdap eroga in funzione dello stipendio netto (pensione netta) del richiedente, in base al numero di mesi di rimborso.
Essi prevedono, infatti, diverse durate: 12, 24, 36, 48 mesi.

Per chi richiede un piccolo prestito da rimborsare in 12 mesi, il finanziamento massimo accordato sarà pari a una o due mensilità nette del richiedente.
Per prestiti della durata di 24 mesi, il finanziamento massimo sale a 2 o 4 mensilità nette; per prestiti di 36 mesi, il massimo finanziabile sarà di 3 o 6 mensilità nette e, infine, per rimborsi in 48 mesi, si otterranno finanziamenti massimi, pari a 4 o 8 mensilità nette.

I prestiti pluriennali diretti sono finanziamenti erogati direttamente dall’Inpdap, di tipo personale, quindi, non prevedono la richiesta di motivazione, in fase di loro richiesta.

Essi hanno durata pari a 60 o 120 mesi, cioè 5 o 10 anni. Il finanziamento massimo erogabile è dato dal prodotto tra il quinto dello stipendio netto (pensione netta) del richiedente e il numero dei mesi stabiliti per il rimborso.

I prestiti pluriennali garantiti sono del tutto uguali ai precedenti, ma differiscono per il fatto che vengono erogati in favore dei dipendenti pubblici da parte di banche e finanziarie private convenzionate. La durata massima del finanziamento, tuttavia, in questo caso non può eccedere il lasso di tempo tra la richiesta e la data prevista per il pensionamento.

Oltre a questi prestiti, l’Inpdap eroga anche mutui, finalizzati all’acquisto della prima casa, ma anche mutui personali o liquidità.