Prestiti Online senza Busta Paga

Prestiti Online senza Busta Paga
I prestiti online senza busta paga sono finanziamenti erogati su internet, senza l’esibizione di una busta paga, ma prestando garanzie alternative, come l’ipoteca su un immobile di proprietà e/o la fideiussione altrui.

Quando si richiede un finanziamento, la prima garanzia da esibire è senz’altro la busta paga, attestante il godimento da parte del potenziale cliente di un reddito da lavoro, che consenta poi di rimborsare il credito ottenuto.

E’ intuibile, quindi, quanto sia difficile accedere al credito, se non si dispone di una busta paga e questo avviene, ad esempio, quando si è inoccupati o disoccupati o quando si lavora in nero.
Tuttavia, anche in questi casi non bisogna disperare. Vi sono vari tipi di finanziamenti, che vengono indirizzati a fette determinate di clientela, quali studenti e casalinghe, non lavoratori per definizione.

Gli importi sono certamente modesti, fino a 5-6 mila euro, ma spesso sufficienti a coprire le necessità si spesa, per le quali sono richiesti. Nel caso di uno studente, sono persino possibili somme anche un po’ superiori, grazie ad appositi finanziamenti garantiti da interventi statali e di enti universitari.
Al di là delle singole categorie, possiamo affermare che la busta paga può non essere del tutto necessaria, quando il cliente è nelle condizioni di prestare garanzie alternative, che comunque devono esserci.

Dunque, senza busta paga si deve almeno offrire una garanzia reale, ossia un’ipoteca su un immobile di proprietà, o la doppia firma, cioè la firma di un “fideiussore”, il quale si impegna a rispondere in solido del debito contratto, nel caso il debitore principale non sia nella possibilità di restituirlo.
Negli ultimi tempi, grazie a internet, questi prestiti online senza busta paga possono essere richiesti direttamente sul web, accedendo a numerosi siti di banche e finanziarie, che offrono soluzioni le più disparate, moltissime di tipo personale, ossia non finalizzate.

La documentazione da presentare, sempre online, è la stessa di un prestito richiesto presso la filiale di una banca vicino casa, ossia copia di documento d’identità e del codice fiscale; atto notarile, che certifichi la proprietà su un immobile e/o la firma di un terzo, che si impegni a rispondere con il suo reddito e la sua retribuzione, oltre a ogni altro documento specifico eventualmente richiesto online.