Calcolo Prestito Online

Calcolo Prestito Online
Il prestito online è caratterizzato, come ogni altra forma di credito, da un costo, determinato dal tasso di interessi applicato e da altre voci, rispettivamente catturati dal TAN e dal TAEG.

Su internet sono disponibili numerosi siti, in cui è possibile determinare l’importo di ciascuna rata di un prestito, soltanto immettendo il numero delle rate mensili di rimborso del finanziamento, l’importo richiesto, il tasso applicato e altre informazioni, spesso sulla natura del debitore.
I calcolatori online, quindi, sono in grado di effettuare un computo veloce per un finanziamento qualsiasi.

Tuttavia, dobbiamo tenere a mente alcuni dati di estrema importanza, quando andiamo ad analizzare l’onerosità di un prestito online.
Come qualsiasi altro finanziamento, anche il prestito online prevede la restituzione, internamente alle rate da pagare, di un quid superiore al capitale erogato, che si chiama interesse.

L’interesse rappresenta la remunerazione per il creditore, ma anche il principale costo di un prestito online. Esso viene catturato essenzialmente dal TAN (Tasso Annuo Netto), voce obbligatoria per legge, da indicare sempre in fase di presentazione di un’offerta finanziaria.
Il TAN, tuttavia, ci fornisce un’idea parziale del costo dell’operazione di finanziamento, in quanto il tasso di interessi, su base annua, non è l’unica voce dei costi.
Ci sono altre spese, infatti, che gravano sulla restituzione di un prestito, come le spese di istruttoria, notarili, spese di invio rata, spese assicurative, etc.

Queste, aggiunte al TAN ci danno il TAEG, cioè il Tasso Annuo Effettivo Globale, che fornisce un’indicazione completa del costo complessivo di un finanziamento.

Per questo motivo, il TAEG tende ad essere sempre più alto del TAN; includendo gli altri costi.
Molte delle “altre” voci di costo, essendo fisse, non variano al crescere dell’importo del prestito, con la conseguenza che esse gravano in misura percentuale maggiore sui piccoli prestiti, in cui è facile notare una maggiore divaricazione tra tassi TAN e TAEG.

Bisogna considerare, infine, che altri costi non vengono inclusi neanche nel TAEG, come le sanzioni per mancato o ritardato pagamento, essendo queste solo eventuali.