Calcolo Finanziamento Online

Calcolo Finanziamento Online
I finanziamenti online possono essere agevolmente calcolati, grazie a numerosi software su internet, comparativi tra decine di diversi prestiti. E’ obbligatoria l’indicazione dei tassi TAN e TAEG.

Come tutte le altre forme di prestiti, anche i finanziamenti online sono a titolo oneroso, ossia vengono erogati, dietro l’impegno del debitore a restituire una somma superiore a quella concessagli, in quanto inclusiva degli interessi.

Su internet, sono numerosi i siti che consentono il calcolo della rata di un prestito, solo inserendo i dati relativi al finanziamento in oggetto, come l’importo, il tasso, la durata, etc. Questo consente immediatamente di effettuare una comparazione tra decine e decine di finanziamenti online, restando comodamente seduti sulla propria sedia di casa.

Ma oltre a conoscere l’importo nominale della rata di un prestito, prima di richiedere un finanziamento online bisogna prestare parecchia attenzione alle voci obbligatorie che sintetizzano le condizioni economiche, dietro le quali essi vengono offerti.

Il TAN (Tasso Annuo Netto), ad esempio, è un indice di riferimento piuttosto importante, quando si vuole verificare l’onere di un prestito, in quanto denota il tasso applicato su base annua.

Pertanto, esso rappresenta il costo principale di un’operazione di finanziamento, ma non unico.
Infatti, se ci fermassimo al TAN, non avremmo un’idea corretta del costo complessivo di un prestito, con la conseguenza che assisteremmo a qualche cattiva sorpresa. Non è un caso, quindi, che accanto al TAN, è obbligatorio esibire anche il tasso TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale). Esso ci fornisce un’idea più completa dell’onere del finanziamento, in quanto include, su base annua, anche tutte le altri voci di costo, oltre agli interessi: spese di istruttoria, spese notarili, spese assicurative, spese di invio rata a domicilio, altre spese.

Di conseguenza, il TAEG sarà sempre più alto del TAN, e la divergenza tra i due tassi tende ad accentuarsi man mano che l’importo richiesto scende. Questo, perché molti degli altri costi sopra citati sono fissi, cioè non variano al crescere dell’entità del prestito. Ciò fa sì che essi incidano maggiormente sugli importi più bassi.